Quando scatta la denuncia penale in caso di infortunio

by Redazione
denuncia penale per infortunio

Molto spesso si sentono notizie riguardanti incidenti o infortuni sul lavoro, che spesso causano anche la morte del malcapitato dipendente. Come appena detto, spesso troviamo dei casi definibili come incidenti, ovvero avvenimenti accaduti per estreme fatalità e del tutto imprevedibili e di conseguenza portano ad avere un colpevole, ovvero il datore di lavoro che deve assumersi le sue responsabilità. Andiamo a vedere più nel dettaglio i vari casi che possiamo trovarci di fronte.

Querela a seguito di infortunio

Parliamo innanzi tutto della querela che il dipendente può eseguire da se presso l’Arma dei Carabinieri o il corpo di Polizia dello Stato. Il dipendente infortunato deve sporgere qui la querela, anche in forma orale e ovviamente sottoscriverla per dare autenticità al documento, infine la querela va fatta non oltre i 3 mesi dall’accaduto, a seguito di tutto ciò ile forze dell’ordine iniziano a lavorare al caso per accertarsi che la lesione accusata dal lavoratore sia una violazione colposa o dolose delle norme e misure di sicurezza.

In alcuni casi però non è necessario recarsi dalle forze dell’ordine a patto che la prognosi per l’infortuno non superi i 40 giorni oppure non vi sia un caso estremo di omicidio colposo. In questi ultimi casi l’iniziativa viene presa direttamente dall’ufficio del Pubblico Ministero che richiederà la presenza in tribunale del datore di lavoro.

Infortuni: cosa dice l’articolo 590 del Codice Penale

Tutti gli infortuni sul lavoro si rifanno all’articolo 590 del Codice Penale, che si occupa di distinguere i vari casi di lesione e descrive successivamente come scontare la pena a seconda della gravità del fatto. Le lesioni vengono divise in due tipi.

La lesione è grave quando:

  • causa una malattia che metta in pericola la vita del lavoratore, nello specifico un danno che causi un’incapacità di svolgere ordinarie occupazioni per un tempo superiore a quaranta giorni;
  • produce l’indebolimento di uno dei sensi oppure il malfunzionamento di un organo in modo permanente.

La lesione è gravissima quando:

  • causa una malattia insanabile, ovvero un tipo di malattia incurabile che potrebbe sia portare alla morte od un’invalidità permanente;
  • causa la perdita irreversibile di almeno un senso;
  • causa la perdita di un arto o nei casi peggiori una mutilazione rendendo ovviamente l’arto inutilizzabile, la perdita di un organo non vitale, portando a delle difficoltà permanenti, infine può esserci la perdita della capacità di procreare che porta ad un grande disagio sociale;
  • causa deformazioni permanenti come può essere uno sfregio completo del viso.

Le pene sono variabili ed è compresa l’applicazione di un’aggravante nel caso la lesione sia una conseguenza del mancato rispetto delle norme antinfortunistiche. A seguire alcuni dei molteplici commi che fanno parte del codice 590.

  • Comma 1: chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a euro 309. Questo primo comma ovviamente è il più semplice sottolineando il fatto che solo causando il danno a qualcuno si parla già di tre mesi di reclusione e di una sanzione.
  • Comma 2: se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da 123 a 619 euro, se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da 309 a 1239 euro.
  • Comma 3: se i fatti di cui al secondo comma sono commessi con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena per le lesioni gravi è dalla reclusione da tre mesi a un anno o della multa da 500 a 2000 euro e la pena per le lesioni gravissime è della reclusione da uno a tre anni.

Comma 2 e 3 sottolineano la distinzione che fatta prima riguardante la classificazione in lesione grave e gravissima. Come già accennato, la pena aumenta drasticamente in caso non vengano rispettate le norme di sicurezza, che posso prevenire dei gravi incidenti con delle piccole e semplici accortezze.

Questo è quel che c’è da sapere sulle denunce e pene in caso di infortuni: nel caso i vostri siano casi particolari non riguardante il generico si consiglia di leggere con accortezza l’articolo 590 per cercare la soluzione maggiormente inerente al vostro caso.

Condividi questo articolo su:
0 comment
0

Leggi altri articoli sul tema!

La tua opinione sull'argomento!