Le migliori tecnologie per risparmiare sul riscaldamento

by Redazione
pannello infrarossi

Prima di elencare le migliori tecnologie da utilizzare per risparmiare sul riscaldamento bisogna fare alcune precisazioni sull’abitazione su cui verrà istallata. Bisogna considerare se la casa è di nuova o vecchia costruzione, se è coibentata o meno ecc. Un fattore importante è la tipologia dell’abitazione, se si possiede un appartamento oppure una casa indipendente con camere parecchio grandi. 

Poi, bisogna capire se vi è il bisogno di istallare il sistema per il solo riscaldamento oppure si vuole considerare anche l’allacciamento per il riscaldamento dell’acqua ad uso sanitario. Anche l’area geografica è importante. Ovviamente, una casa in Italia Meridionale avrà bisogno di un riscaldamento minore rispetto ad un’abitazione posta in montagna o al Nord Italia.

Prima di passare al montaggio delle varie componenti, bisogna capire quali soluzioni adottare: riscaldamento a pavimento, riscaldamento in intercapedini, riscaldamento ad infrarossi ecc. Un’altra domanda da porsi è: quale potenza è necessaria per riscaldare in maniera adeguata la casa? Senza un’analisi della metratura questa domanda avrà difficile risposta. 

Infine, ci sono da considerare le fonti energetiche che si hanno a disposizione: sei disposto ad istallare i pannelli solari con un investimento iniziare per poi abbattere i costi? Fatte tutte queste considerazioni si può passare all’analisi delle migliori tecnologie di sistema riscaldante per la casa, calcolando tutti i fattori presenti.

Riscaldamento a zeolite

Il sistema di riscaldamento a zeolite sfrutta le proprietà di quest’ultimo elemento dalle alte capacità assorbenti. Le caldaie a zeolite, detta anche ‘pietra che bolle’, hanno un funzionamento abbastanza semplice: attraverso il versamento di un po’ di acqua, la zeolite riesce produrre in poco tempo una temperatura vicina agli ottanta gradi, grazie ad un processo termo-dinamico.

Questo sistema di riscaldamento è totalmente ecologico e riesce ad abbattere i consumi energetici fino al trenta percento rispetto alle classiche caldaie a gas. Una tipologia di riscaldamento dal rendimento eccellente: fino al 150 per cento in più in confronto ad impianti di riscaldamento tradizionali.

Un altro aspetto vantaggioso è la durata quasi illimitata. Un sistema energetico del genere riesce ad avere una durata di più di due secoli. Quindi, per ovvi motivi, la sostituzione non sarà un vostro problema e potrete godere della sua funzionalità per sempre.

Solare termico

Il sistema solare termico è considerato uno dei migliori per il riscaldamento dell’abitazione. L’impianto solare termico e le caldaie a condensazione, inoltre, possono funzionare in maniera congiunta collegando i pannelli solari a quest’ultima per riscaldare l’abitazione, producendo acqua calda.

Sono presenti in commercio due tipologie di solare termico: a circolazione forzata, che risulta maggiormente performante ma più costoso; a circolazione naturale, dal design compatto e con un costo minore. Per chi vive nelle regioni settentrionali del nostro Paese è maggiormente indicata l’istallazione del sistema a circolazione forzata, perché riesce a riscaldare una quantità d’acqua maggiore rispetto al sistema a circolazione naturale. Quest’ultimo, quindi, può essere utilizzato nei territori più caldi, con un risparmio nell’istallazione.

Pannelli ad infrarossi

Una delle soluzioni che stanno prendendo piede nelle scelte dei consumatori sono sicuramente i pannelli radianti ad infrarossi, che riscaldano l’ambiente in modo molto efficiente grazie all’irraggiamento dei corpi nell’ambiente domestico.

L’azienda leader nel settore è Celsius Panel, che offre la tecnologia più innovativa del mercato, l’unica a produrre infrarossi ad onda lunga, che caratterizza i pannelli Celsius e Fahrenheit.

Questa è la soluzione che permette maggiori risparmi nel lungo periodo, anche rispetto alla caldaia a zeolite o al solare termico.

Condividi questo articolo su:
0 comment
0

Leggi altri articoli sul tema!

La tua opinione sull'argomento!