Domotica e Smart Home

by Redazione
Domotica e Smart Home

Sia la domotica che le smart home ci offrono numerosi vantaggi, soprattutto in termini di ottimizzazione dei consumi domestici e di aumento del comfort abitativo. In questo articolo andremo ad approfondire le caratteristiche e le differenze di un impianto domotico e di una smart home.

Domotica e Smart Home

Oggi sentiamo sempre più spesso parlare di Domotica e Smart Home. Ma cosa si intende esattamente con queste terminologie e quali sono le differenze? In entrambi i casi ci riferiamo alla possibilità di rendere la nostra casa più efficiente e confortevole grazie alla tecnologia e alle sue applicazioni. Ci sono però delle piccole differenze tra questi due termini. Andiamo a vedere quali.

La domotica è la scienza che si occupa del miglioramento della qualità della vita all’interno della nostra casa, attraverso soluzioni personalizzate che consentono di gestire tutti gli impianti e le funzioni della dimora a partire da una mente tecnologica che sta alla base dell’impianto. Questo cervello intelligente è in grado di controllare tutti i dispositivi elettronici presenti in casa come elettrodomestici, impianti di riscaldamento, impianti di videosorveglianza e così via. Questi ambienti devono però avere un progetto alla base, ovvero la casa va progettata tenendo conto delle performance tecnologiche che si vogliono ottenere.

In una Smart Home invece entra in gioco anche la connessione ad Internet e tutti i dispositivi ad essa associati vengono infatti definiti Smart Object, ovvero oggetti intelligenti; questo perché possiedono diverse funzionalità specifiche come l’identificazione, l’interazione con l’ambiente circostante, l’elaborazione dati, la connessione al web ecc. A differenza della domotica, che per essere realizzata in modo efficiente necessita dell’intervento di personale specializzato, una smart home non richiede l’intervento esterno: è necessario avere semplicemente una buona connessione internet in casa, preferibilmente in fibra ottica, e una buona offerta dati sul proprio smartphone (anche business) per il controllo da remoto con una App.

I vantaggi di avere una casa intelligente

Entrambe le soluzioni di cui abbiamo parlato presentano dei vantaggi per noi e la nostra abitazione. L’impianto domotico è un impianto ultra tecnologico che va ad integrare ogni funzione domestica e per funzionare ha bisogno solo dell’utilizzo dell’energia elettrica poiché tutti i dispositivi sono controllabili senza connessione alla rete. Un altro punto a favore della domotica è il valore dell’immobile, sicuramente maggiore rispetto a una casa normale. Inoltre la domotica, limitando sprechi e consumi grazie al controllo degli impianti, favorisce il risparmio energetico apportando sia benefici all’ambiente sia al nostro portafoglio.

Ugualmente i vantaggi di possedere una Smart Home sono numerosi. Non avendo bisogno di grandi interventi strutturali è più facile da utilizzare; difatti basta acquistare oggetti smart e collegarli all’impianto e alla rete dell’abitazione per controllare da device ogni spazio e sistema della casa. Anche in questo modo saremo in grado di tenere sotto controllo i nostri consumi energetici e di limitare quindi gli sprechi e le spese.

Realizzare una casa intelligente è una soluzione oggi molto utilizzata per renderla efficiente dal punto di vista energetico e per ottimizzare i consumi riducendo il costo delle bollette di luce e gas. Per un risparmio maggiore è possibile fare un confronto delle tariffe luce e gas disponibili sul mercato e scegliere quindi il fornitore più adatto alle proprie esigenze di consumo con cui richiedere una voltura o un subentro. Per approfondire questo argomento è possibile consultare la lista dei distributori di energia elettrica proposta da Selectra.

Domotica o Smart Home? Come fare la scelta migliore in base alle proprie esigenze

Come accennato in precedenza sia scegliendo un impianto domotico sia optando per una Smart Home andremo a migliorare il comfort e l’efficienza della nostra abitazione.

Quali sono quindi i fattori da tenere in considerazione per fare una scelta più adatta e consapevole?
Vediamoli insieme:

  • Necessità e gusti personali: Se vogliamo rendere la nostra abitazione totalmente automatizzata e personalizzata allora possiamo optare per la domotica; se invece il nostro obiettivo è quello di avere oggetti ed elettrodomestici connessi tra loro e programmabili da smartphone e assistenti vocali allora è più logico orientarsi verso una smart home.

  • Il budget e i lavori strutturali che si è disposti a fare: Per l’installazione di un impianto domotico sono necessari lavori di muratura e modifiche sostanziali all’impianto elettrico, e soprattutto l’intervento di un professionista. Il costo sarà quindi più elevato. Per rendere la propria casa smart invece è possibile acquistare uno dei numerosi kit fai da te disponibili online; in questo caso il prezzo dipenderà dal numero di dispositivi che vogliamo collegare tra loro.

  • Personalizzazione e numero di funzioni: La domotica, come abbiamo già detto, ci consente di avere una personalizzazione della dimora praticamente totale ed ha quindi funzioni assolutamente user friendly, ovvero studiate appositamente per migliorare l’esperienza di chi vi abita. Una smart home è invece più limitata sotto questo punto di vista, poiché l’integrazione tra i dispositivi e il livello di personalizzazione sono minori rispetto a quelli di un impianto domotico.
Condividi questo articolo su:
0 comment
0

Leggi altri articoli sul tema!

La tua opinione sull'argomento!