ARCADIA NEWS
TRIBUNALE ORDINARIO DI MONZA - 18 APRILE 2018 - IL GIUDICE DOTT. CARLO ALBANESE

Racchiuse in questo P.Q.M. le condizioni di procedibilità per il prosieguo del giudizio.

 

 

TRIBUNALE ORDINARIO di MONZA

PRIMA SEZIONE CIVILE

Il Giudice, dott. Carlo Albanese, letti gli atti e sciogliendo la riserva assunta all’udienza del ….;

rilevato che gli elementi essenziali della controversia possono essere così riassunti:

…… omissis ….

 

P.Q.M.

dispone espletarsi tra le parti un procedimento di mediazione ed assegna alle stesse termine di quindici giorni a decorrere dalla data di comunicazione del presente provvedimento per depositare la relativa domanda dinanzi a un organismo scelto, avuto riguardo ai criteri di cui all’art. 4 comma 1 del d. lgs. n. 28/2010, fatta salva la facoltà di scegliere di comune accordo un organismo avente sede in luogo diverso da quello indicato nell’art. 4

- avvisa e precisa che dinanzi al mediatore le parti dovranno essere presenti personalmente e con l’assistenza legale di un avvocato regolarmente iscritto all’Albo;

 – precisa,  altresì,  che  per  “mediazione  disposta  dal  Giudice”  si  intende  che  il  tentativo di mediazione deve essere effettivamente avviato e che le  parti,  anziché  limitarsi  al  formale primo incontro, in adempimento effettivo dell’ordine del Giudice, dovranno  partecipare attivamente alla procedura di mediazione ed a tutti gli incontri che il mediatore riterrà opportuno espletare per un auspicabile superamento del conflitto in essere;

- rappresenta al mediatore che non dovrà limitarsi ad operare nei ristretti limiti imposti dalle domande proposte nell’ambito del presente giudizio ma, ove possibile e qualora vi sia una concreta (ed auspicabile) disponibilità delle parti in tal senso, dovrà estendere la mediazione anche alle ulteriori questioni “economiche” tra loro pendenti al fine, se non di eliminare completamente,quantomeno di ridurre le cause del conflitto (a mero titolo esemplificativo ma non esaustivo, sipotrebbe anche valutare la praticabilità di una soluzione che conduca, previa adeguatacompensazione in danaro e/o cessione di quote, ad una netta separazione degli attuali assetspatrimoniali comuni composti dalle tre società escludendo per il futuro una contaminazione tra lerispettive attività così da scongiurare eventuali ulteriori rivendicazioni sotto il profilo della concorrenza sleale);

– fissa la nuova udienza per la data del ….., ore 9,35 al fine di verificare l’esito della procedura di mediazione e provvedere, nell’ipotesi di mancata risoluzione del conflitto in essere, alla concessione dei termini di cui all’art. 183 comma 6 p.c..

Si comunichi alle parti.

Monza, 18 aprile 2018

Il Giudice

dott. Carlo Albanese

Tempo di esecuzione: 0.061467885971069
Controller: News
Modelli: DettaglioNews
Template: news
Numero di query eseguite: 11
Numero di query preparate: 1
Lista tabelle interrogate:
array(2) {
  ["news"]=>
  int(2)
  ["pagine"]=>
  int(9)
}